Tab Social
Area Soci laterale
 
Titolo

News

 
31/08/2020
Informazione per i depositanti - Progetto di Fusione per incorporazione

BANCA DI CREDITO COOPERATIVO "G. TONIOLO" DI SAN CATALDO (CALTANISSETTA) S.C.

ADERENTE AL GRUPPO BANCARIO COOPERATIVO ICCREA

AVVISO

Informazione per i depositanti ai sensi dell’art. 3, c. 7, d.lgs. 15.2.2016, n. 30

 (Attuazione dell’art. 16, c. 6, della direttiva 2014/49/UE relativa ai sistemi di garanzia dei depositi).

Gentile Cliente,

questa Banca ha deciso di realizzare una operazione di fusione per incorporazione con le seguenti Banche di Credito Cooperativo:

  • Banca di Credito Cooperativo San Biagio Platani - Società Cooperativa, con sede in San Biagio Platani (AG), Piazza Massimo D'Azeglio,  1 - 1/A, C.F. 00098180847, iscritta al Registro delle Imprese di Agrigento;
  • Banca di Credito Cooperativo Don Stella di Resuttano Società Cooperativa, con sede in Resuttano (CL) Via Roma, 5, C.F. 00073560856, iscritta al Registro delle Imprese di Caltanissetta;
  • Banca di Credito Cooperativo San Giuseppe di Mussomeli - Società Cooperativa, con sede in Mussomeli (CL), P.le Concordato, 5, C.F. 00056550858, iscritta al Registro delle Imprese di Caltanissetta.

Il processo di fusione trae origine dalle trasformazioni in atto del sistema bancario europeo e nazionale, che impone assetti patrimoniali e organizzativi di livello sempre più elevato anche alle Banche di Credito Cooperativo.

La quattro Banche di Credito Cooperativo (BCC di San Biagio Platani, BCC “San Giuseppe” di Mussomeli, BCC “Don Stella” di Resuttano, banche incorporate, e BCC “G. Toniolo” di San Cataldo, banca incorporante) sono portatrici di un patrimonio di storia, di cultura bancaria e di esperienza rilevanti per l’area nella quale sono insediate ed operano. L’aggregazione nasce dal desiderio di trarre forti sinergie da ognuna delle BCC che consentiranno di affrontare un mercato finanziario che è e sarà molto più competitivo e sfidante, le nuove opportunità offerte dall’innovazione tecnologica, le nuove normative, in particolare quelle secondarie emanate dalla capogruppo, ad alto impatto organizzativo.

L’aggregazione consente a questa Banca di essere riferimento nel territorio, che, anche in futuro, potrà rappresentare un intermediario creditizio efficiente, potenzialmente aggregante per future operazioni nell’ambito del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, nella possibilità di generare significative economie nella struttura dei costi, nella valorizzazione delle best practies interne al fine di incrementare l’efficacia della rete commerciale, nella ottimizzazione della zona di competenza territoriale e accelerazione dei progetti di espansione, nella creazione di maggiori opportunità di sfruttare le sinergie interne al Gruppo.

La maggiore dimensione, nell’attuale contesto competitivo e regolamentare, pur rimanendo circoscritta in un preciso ambito territoriale, rappresenta un elemento essenziale per continuare a generare valore, grazie ad economie di scala e di scopo, tali da consentire una maggiore produttività e destinare maggiori risorse allo sviluppo commerciale.

A seguito della fusione – i cui effetti, secondo i tempi previsti dal progetto e salvi slittamenti al momento non preventivabili, inizieranno a decorrere dal 1° ottobre 2020 – i rapporti bancari in essere proseguiranno normalmente; resta anche confermata per i contratti a Lei/Voi intestati e/o cointestati la tutela da parte del Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo fino all’ammontare stabilito dalla legge, fermo il Suo/Vostro diritto a collocare diversamente le somme attualmente depositate, entro i termini, alle condizioni e nei limiti previsti dalla normativa indicata in oggetto.

Per qualsiasi ulteriore informazione la S.V. può rivolgersi ad ogni filiale della Banca, ovvero al nostro ufficio Organizzazione, tel. 0934/515124 – Dott. Gianluca Migliore – organizzazione@cataldo.bcc.it e/o Rag. Giuseppe Spiaggia 0934/515103 – vice-direttore@cataldo.bcc.it.

San Cataldo, 31 agosto 2020                                             BCC “G. Toniolo” di San Cataldo (Caltanissetta)

                                                                                                                   Il Presidente